Giornalisti, Consiglio d’Europa: la liberta’ di stampa spesso violata

”Le violazioni alla liberta’ di stampa sono purtroppo ancora oggi frequenti. Troppi giornalisti sono brutalmente aggrediti pur di informarci di cio’ che accade nel mondo. Molti di loro sono malmenati, arrestati e persino uccisi. Queste plateali e gravissime violazioni dei diritti umani avvengono addirittura in un’epoca in cui la comunicazione ha raggiunto un’evoluzione sorprendente. Eppure c’e’ ancora chi cerca di censurare e nascondere i fatti, condizionando i giornali o oscurando internet.

Non voltiamoci dall’altra parte quando vediamo calpestati i diritti fondamentali della societa’ democratica, fingendo che non ci riguardano”. Lo ha detto oggi, in occasione della giornata mondiale per la liberta’ di stampa, Deborah Bergamini, presidente della sottocommissione per i Media e la Societa’ dell’Informazione, nella Commissione Cultura dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa.

”La Giornata per la Liberta’ di Stampa, che si festeggia giovedi’ in tutto il mondo, deve essere un momento di riflessione per tutti – ha proseguito la parlamentare popolare – La celebrazione ci ricordi di non rimanere inerti quando constatiamo che interessi economici o talvolta le stesse leggi cercano di limitare l’accesso all’informazione, sancito dall’art. 10 della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo. Se qualcuno cerca di tappare la bocca ai giornalisti, e’ come impedire alle nostre orecchie di ascoltare e, quindi, di apprendere”.

Certo, nessuno deve abusare della liberta’ di informare perche’ non vengano violati i diritti di altri, quali la dignita’ della persona e il rispetto della vita privata – conclude Bergamini – Da 63 anni il Consiglio d’Europa – proprio il 5 maggio ricorre l’anniversario della fondazione – cerca di indirizzare l’Europa verso un giusto equilibrio tra il godimento dei propri diritti fondamentali e il rispetto dei diritti degli altri. Con la societa’ globalizza di oggi tale compito e’ sempre piu’ arduo, ma dobbiamo renderci conto che da questa equazione scaturisce la societa’ democratica in cui tutti vorremmo vivere”.

http://www.asca.it/news-Giornalisti__Consiglio_d_Europa__liberta__stampa_spesso_violata-1149938-ATT.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *