Internet, Adiconsum: regolare la liberta’ di espressione non compete ad Agcom

12 magg – L’Adiconsum annuncia la sua adesione alla petizione per bloccare la probabile delibera dell’Authority e, insieme ad altre associazioni, scrive ad Agcom per essere audita. “La regolamentazione della liberta’ di espressione in Internet non e’ competenza dell’Agcom” afferma Pietro Giordano, segrertario generale del’associazione dei consumatori. “Circa due anni fa -ricorda Giordano- insieme ad altre associazioni ci battemmo per impedire che si varasse un regolamento sul diritto d’autore che di fatto avrebbe ingessato e controllato la rete, facendo venir meno quella liberta’ di espressione che e’ il fulcro di internet”.

“Per Adiconsum, infatti -prosegue Giordano- la normativa sul copyright, data la delicatezza dell’argomento, deve essere affrontata prima dal Parlamento e poi, caso mai regolamentata da Agcom”. “La nostra battaglia ebbe successo perche’ -continua ancora Giordano- l’allora presidente dell’Agcom decise di non deliberare in materia”.

“Purtroppo, il nuovo presidente, Angelo Marcello Cardani -prosegue Giordano- annullando quanto deciso dal suo predecessore, ha invece affermato che Agcom ha piena autorita’ di deliberare e di non dover attendere una misura dal Governo o una revisione della normativa sul copyright da parte del Parlamento”. Per questo, “Adiconsum, insieme ad altre associazioni, -riferisce Giordano- ha inviato una lettera-petizione all’Authority chiedendo di bloccare la delibera e di essere audita”.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/CyberNews/Internet-Adiconsum-regolare-liberta-espressione-non-compete-a-Agcom_32172361877.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.